8 comments

    User
    Mazuran
    Reply

    Era molto a suo agio e padrone della situazione. Un giocatore che punta a più tavoli contemporaneamente. Non era bello, ma molto distinto. Alto e solido. Ogni tanto, raccontando di sé, mi fissava gli occhi. I suoi erano acquosi, verde chiaro. Spavaldi. Insieme al tono di pacatezza e decisione che emanava la voce, mi avvincevano.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *